Capodanno e Coronavirus: festeggiare ai tempi del Covid-19

Capodanno Coronavirus
Ipotesi Coronavirus: si potrà festeggiare come sempre il Capodanno?



La pandemia del Coronavirus ha sconvolto e scombinato le vite di tutti, cambiando modi di vivere ed abitudini. Anche se il 31 dicembre è lontano dall’inizio della pandemia, sarà molto probabile sentire ancora le conseguenze di quanto sta succedendo.

Viene quindi da chiedersi se sarà possibile festeggiare il nuovo anno tutti insieme, nel modo in cui eravamo abituati. E in caso contrario quali saranno le precauzioni che sarà necessario adottare per festeggiare in modo sicuro? Ecco alcune ipotesi, alcune previsioni, gli eventi e le cose da fare per capodanno al tempo del Covid-19.

NOTA: questo articolo verrà periodicamente aggiornato, man mano che avremo notizie su cosa sarà possibile fare e non fare.

Cosa succederà il 31 dicembre? Le ipotesi

Probabilmente, da quanto abbiamo appreso in questi mesi da media autorevoli, il nostro stile di vita cambierà in base: se questa pandemia non si calmerà del tutto ed un vaccino o una cura tarderanno ad arrivare, gli effetti si faranno sentire anche a lungo termine. Probabilmente continueremo per un bel po’ di tempo ad uscire di casa con le protezioni giuste, ovvero mascherine, guanti e quant’altro possa far sentire al sicuro dal virus.

Forse diventeranno abitudini anche l’attesa fuori dal supermercato, oppure quella di parlare con le altre persone ad una certa distanza. Tutto ciò certamente si rifletterà anche sulle attività commerciali come bar e ristoranti, da sempre presi d’assalto per capodanno: invece dei soliti locali affollati, forse sarà un 31 dicembre in cui sarà necessario accogliere i clienti in tavoli sistemati ad una debita distanza e far rispettare alcune accortezze per far sentire tutti più al sicuro.

E forse anche niente abbracci o strette di mano: ecco, questo potrebbe essere uno dei tanti scenari plausibili del prossimo fine anno. Si festeggerà, ma senza avvicinarsi troppo, nè all’interno dei locali, nè fuori, in strada o in piazza, quest’ultimo da sempre uno dei modi preferiti per dare il benvenuto al nuovo anno.

Viene da chiedersi, infine, se tutte queste attenzioni, precauzioni e conseguenze andranno ad influire anche sulla voglia di festeggiare. E noi, ci auguriamo proprio di no.

Capodanno Coronavirus
Ipotesi Coronavirus: si potrà festeggiare come sempre il Capodanno?

Cose da fare ed eventi al tempo del Covid-19

Ristoranti, locali e discoteche

Oltre alle protezioni e alle accortezze, quali potrebbero essere, quindi, le alternative più plausibili e probabili per festeggiare il prossimo capodanno? Dei ristoranti e dei locali ne abbiamo già parlato: probabilmente si festeggerà in locali che potranno accogliere pochi clienti, sistemati in tavoli distanti gli uni dagli altri. E le discoteche? Meta da sempre ambita dai giovani in cerca di un capodanno divertente e coinvolgente: chissà se potranno garantire le distanze di sicurezza.

Festeggiamenti all’aperto

Quindi, se gli assembramenti al chiuso saranno ancora vietati, sembra che rimanga il classico capodanno in piazza: forse potrà essere organizzato evitando particolari assembramenti sistemando vari maxi schermi in diverse altre zone e piazze della città, in modo che il pubblico non si accalchi in un luogo soltanto.

E perché non optare per una serata rilassante?

Oppure se il freddo della piazza non vi aggrada e visto che piscine e centri relax hanno riaperto al pubblico, una buona idea potrà essere quelle di festeggiare il capodanno alle terme: molti centri termali della nostra penisola, infatti, hanno grandi piscine riscaldate all’aperto riscaldate e al chiuso che potranno facilitare il mantenimento della distanza di sicurezza tra le persone presenti. E poi il cloro e gli altri disinfettanti faranno il resto.

Festeggiare il capodanno all’estero?

Precauzioni e valutazioni

E viaggiare, sarà possibile? Gli amanti delle spiagge lontane saranno già pronti con la valigia, ma prima di prenotare un volo verso luoghi esotici sarà bene valutare le mete meno a rischio oppure evitare quelle destinazioni che ancora impongono agli italiani un periodo di quarantena.

Il consiglio è certamente quello di optare per Paesi dove non c’è il rischio di rimanere bloccati senza possibilità di rientrare: quindi meglio quei Paesi che possono garantire un veloce rientro a casa come l’Europa stessa, alcuni Paesi del Medio Oriente che offrono delle compagnie aeree all’altezza delle situazioni di emergenza e frequenti collegamenti, e lo stesso vale per gli Stati Uniti.

Da scartare, invece, tutti i Paesi dove i collegamenti sono scarsi e più cari, quelli dove arrivano solo le compagnie charter che offrono voli poco frequenti, di solito settimanali, e quei Paesi dove le condizioni igieniche non sono a livelli accettabili e dove la sanità non è adeguata. Alcuni esempi? L’India, e alcuni dei Paesi del sud-est asiatico.

Quali saranno le mete giuste?

Ad esempio se vorrete trascorrere il capodanno al caldo al mare, optate per i villaggi dove c’è un piccolo centro sanitario: questo vale certamente per coloro che vorranno festeggiare il capodanno alle Maldive, oppure quelli che preferiranno il capodanno a Zanzibar. Chissà se, invece, saranno aperte le frontiere per festeggiare il capodanno alle Mauritius.

Da scartare, probabilmente, le crociere: la navi, pur sbarcando in diversi porti, sono un viatico di malattie e mantenere una debita distanza con gli altri viaggiatori sarà difficile. In effetti, un po’ come accade in aereo.

Certo, come avrete capito, è ancora davvero difficile fare previsioni così a lungo termine, ma ci auguriamo che il Covid-19 non cambi la voglia e la filosofia del viaggiare. Magari si tenderà a restare vicini a casa, magari si preferirà investire nel turismo Made in Italy riscoprendo tutte le meraviglie che la nostra penisola offre, magari si preferirà viaggiare affidandosi ad agenzie autorevoli e competenti che possano intervenire in qualsiasi caso. Ma siamo certi che non smetteremo mai di viaggiare. Qui trovi la nostra ampia sezione sul capodanno in Italia.

In ogni caso, sia che scegliate mete vicine a casa o spiagge esotiche, prima di prenotare e di muovere qualsiasi passo controllate bene il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina sempre costantemente aggiornato sulla situazione del Coronavirus nel Mondo e su eventuali epidemie di ritorno.

Le alternative

Festeggiare in casa

Nell’ipotesi peggiore, quale potrebbe essere l’alternativa? Certamente i classici ed intramontabili festeggiamenti di capodanno in casa. Magari in video chat, situazione a cui tutti, ormai, si sono abituati: potrete preparare la bottiglia di spumante e far saltare il tappo mentre siete collegati con i vostri amici. Sempre che la connessione regga!

Con le dovute precauzioni si potrebbe anche pensare di andare a festeggiare a casa di amici: a quel punto sarebbe un capodanno come tutti gli altri, con una bella cena, giochi da tavolo e, magari anche qualche fuoco d’artificio sparato dalla finestra o giù in strada.

Aspettare il Capodanno Cinese

Se anche il capodanno in casa non avrà rispecchiato le vostre attese, potrete sempre optare per i festeggiamenti del capodanno cinese che si svolgono a fine gennaio: sarà passato ancora più tempo dall’inizio di questa pandemia e, quindi, ci saranno ancora più probabilità di poter uscire per festeggiare insieme. Senza dover raggiungere la Cina, nelle grandi città italiane, come Milano, Roma e molte altre vengono organizzati degli interessanti festeggiamenti in stile orientale per ripercorrere fedelmente le tradizioni del capodanno cinese.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)