Capodanno a Rapallo

Capodanno a Rapallo
Rapallo, la graziosa cittadina della Riviera Ligure dove trascorrere un piacevole capodanno.



Friedrich Nietzsche ed Hemingway ne erano letteralmente innamorati: il primo vi compose “Così parlò Zarathustra” mentre il secondo ne narra il soggiorno nel “Gatto sotto la pioggia”.

Rapallo è un gioiello incastonato tra la terra e il mare che affascina il visitatore con le sue ville liberty, i carrugi, le edicole dove fanno bella mostra di sè icone marine e con le sue botteghe artigianali dove si lavorano a tombolo quei pizzi e quei merletti che hanno reso famosa la cittadina ligure.

Per questo, trascorrere il capodanno a Rapallo significa vivere una vacanza in un ambiente ricco di charme ed eleganza, senza rinunciare alla semplicità che solo un borgo marinaro come Rapallo può offrire.

Capodanno a Rapallo: come organizzare la vacanza

Dove si trova e come raggiungerla

Rapallo è una città ligure situata a circa 27 km da Genova: sorge sulla Riviera di Levante, incastonata tra il Golfo del Tigullio e i monti Lasagna, Pegge, Caravaggio e il Manico del Lume. Il modo più veloce per raggiungere Rapallo è in aereo, atterrando all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova, distante 38 km dal borgo e servito da voli nazionali e internazionali.

Per quanto riguarda il treno, la stazione ferroviaria di Rapallo, dove sopraggiungono intercity, treni regionali ed Eurostar, si trova sulla linea Genova-La Spezia-Roma. Se invece preferite viaggiare in auto, è possibile percorrere l’autostrada A12 con uscita per Rapallo: in alternativa potete optare per la panoramica SS1 Aurelia, pittoresca strada costiera che congiunge Rapallo a Genova e a La Spezia.

Capodanno a Rapallo
Rapallo, la graziosa cittadina della Riviera Ligure dove trascorrere un piacevole capodanno.

Dove dormire a Rapallo

Rapallo offre numerose soluzioni per poter soggiornare che soddisfano ogni tipo di esigenza. Se volete coniugare semplicità e qualità, allora potete considerare il B&B Frisenda, che sorge proprio nella casa dove per qualche anno visse il poeta irlandese William Butler Yeats. Dormirete in un edifico degli anni ’30, in camere con parquet e con vista sul golfo, raggiungibili tramite un ascensore d’epoca. La colazione vi soddisferà anche qualora soffriate di particolari intolleranze.

L’Hotel Astoria è un albergo a 4 stelle ma a conduzione familiare, dove nulla è lasciato al caso: in questo elegante palazzo in stile liberty, sito proprio sul lungomare di Rapallo, sarete coccolati dalla gentilezza dei proprietari.

Chi invece non vuole rinunciare proprio a nulla nel corso della vacanza a Rapallo, potrà optare per l’Excelsior Palace Hotel, struttura ricettiva che è una vera e propria istituzione del luogo sin dal ‘900. All’arredamento d’epoca, ricco di quadri e stampe di grande valore, si aggiunge la possibilità di usufruire di ben due ristoranti e di una vera e propria SPA vista mare.

Capodanno a Rapallo: eventi, feste e cosa fare

Come ogni festa di Capodanno che si rispetti, anche Rapallo si prepara ogni anno a coinvolgere la cittadinanza e i turisti, in iniziative di svago e divertimento che durano fino al 6 gennaio, per la gioia di grandi e piccini.

Infatti, già dalla fine di novembre, Rapallo viene agghindata a festa, tra luci, colori e musica: troverete mostre dei presepi, laboratori didattici in Villa Queirolo e la casa di Babbo Natale allestita solitamente nel Castello sul Mare, con tanto di elfi che faranno felici i più piccoli. Godetevi poi la Grande Parata di fine anno, una sorta di marchio di fabbrica dei festeggiamenti natalizi di Rapallo, le cui strade sono invase da musica e figuranti sui trampoli.

Se siete indecisi sul come salutare l’arrivo del nuovo anno a Rapallo, potrete partecipare alla festa con tanto spettacoli di prosa, di balli e musiche nell’atmosfera suggestiva del seicentesco Monastero delle Clarisse: vi ritroverete a godere del ricco buffet per poi brindare al nuovo anno in un luogo storico, poi sconsacrato e divenuto nel tempo magazzino, caserma e oggi auditorium della città.

Un’alternativa è quella di festeggiare nel cuore di Rapallo, sul lungomare nei pressi del Chiosco della Musica, partecipando alla Midnight in Rapallo tra countdown, dj-set e vocalist che vi intratterranno per tutta la notte per celebrare il Capodanno in una sorta di open party sotto le stelle.

Chi, infine, desidera festeggiare in un modo più rilassato e intimo, potrà salire sulla funivia sita alle spalle della stazione di Rapallo e raggiungere il Santuario di Montallegro, all’interno del quale si trova una icona bizantina considerata miracolosa. Da questo luogo ricco di misticismo darete il benvenuto al nuovo anno da una posizione panoramica, che vi regalerà la vista notturna più bella su Rapallo, sul Golfo del Tigullio e sul Promontorio di Portofino, godendo dall’alto e in silenzio dei festeggiamenti sottostanti.

Cosa vedere e cosa fare a Rapallo

Il Tigullio è quella spettacolare zona che si estende da Sestri Levante a Portofino: nel cuore della zona sorge Rapallo, splendida commistione tra eleganza e atmosfera marinara. Dopo aver festeggiato il Capodanno, rilassatevi passeggiando tra archi che un tempo ospitavano le barche dei pescatori, tra gli stretti carrugi sui quali si affacciano le alte case colorate costruite a queste altezze per difendersi dai pirati.

Osservando con attenzione le case alla luce del giorno, potrete scorgere numerosi trompe l’oeil risalenti al XVIII secolo. Si tratta di disegni di mattoni, di balaustre e finestre sulla facciata e il motivo risale al periodo in cui il numero delle finestre era tassato: i trompe l’oeil si rivelarono veri e propri escamotage per abbellire il borgo.

Acquistate un pezzo di squisita focaccia ligure e continuate a scoprire le bellezze di Rapallo: superate l’antica Porta delle Saline, un tempo sita davanti alle saline, per poi godervi il bellissimo Lungomare Vittorio Veneto, a ragione considerato il salotto di Rapallo, abbellito da alte palme, eleganti palazzi della Belle Époque e aiuole fiorite.

È qui che si trova il Chiosco della Musica al centro dei festeggiamenti di Capodanno: la struttura, realizzata in stile liberty e con una volta affrescata con immagini di celebri compositori, è stata realizzata dai cittadini di Rapallo emigrati in Cile.

All’estremità del lungomare potrete notare facilmente la sagoma del Castello di Rapallo, costruito nel 1550 con lo scopo di difendersi dalle incursioni del pirata turco Dragut. Oltre ad ospitare il tradizionale mercatino di Natale, il castello è al centro dei sentitissimi festeggiamenti del 3 luglio in onore delle apparizioni di Nostra Signora di Montallegro, con tanto di spettacolo pirotecnico che simula un vero e proprio incendio.

Da vedere nei dintorni

Rapallo ha la fortuna di trovarsi nel cuore del Tigullio, a due passi da alcuni dei più bei borghi d’Italia. Ad esempio se il tempo lo permette, non mancate di raggiungere la vicina Zoagli: il tratto costiero del borgo, dove si apre la pittoresca Spiaggia del Pozzetto, è caratterizzata dalla presenza delle torri saracene di Ponente e di Levante, erette nel XVI secolo per difendersi dai pirati.

Avviandovi verso ovest invece, incontrerete Camogli: in questo gioiellino della riviera ligure potrete apprezzare il placido porticciolo, la Piazza delle Signore Secche col pavimento nero e bianco ed infine il Castello della Dragonara risalente al XII secolo.

E infine c’è Portofino, con la sua iconica piazzetta e il Castello Brown: potrete raggiungerla percorrendo il romantico Sentiero dei Baci, tempo permettendo. Una volta a Portofino non dimenticate di visitare la meravigliosa Abbazia di San Fruttuoso, vera e propria oasi di silenzio immersa nella natura più lussureggiante.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)