Capodanno a San Pietroburgo

Capodanno a San Pietroburgo
Un bel giro in carrozza nel freddo invernale è un bel modo per scoprire la città

San Pietroburgo, fondata da Pietro il Grande sul delta del fiume Neva, attrae ogni anno tantissimi turisti grazie al suo immenso patrimonio storico e culturale ed è sede di uno dei più importanti musei del mondo, l’Hermitage.

Se nel periodo estivo San Pietroburgo regala il meglio di sé grazie alle lunghissime notti bianche, in pieno inverno la città si veste di altri colori e diventa ancora più suggestiva grazie a qualche spruzzata di neve sulle cupole dorate e colorate delle chiese. Vediamo, quindi, come organizzare il viaggio a San Pietroburgo, cosa vedere e dove festeggiare il capodanno.

Come organizzare il viaggio a San Pietroburgo

Com’è il clima

Il clima a San Pietroburgo è di tipo continentale con estati calde e inverni lunghi e rigidi, influenzati perfino dal lago Ladoga e dal Golfo della Finlandia che non mitigano il gelo ma, essendo ghiacciati, lo aumentano.

Di solito nel periodo che va da dicembre a fine gennaio le giornate sono molto corte e fredde, infatti il sole sorge alle 10:00 e tramonta alle 16:00!

Se avete intenzione di recarvi a San Pietroburgo per il periodo di capodanno, vi consigliamo di organizzarvi per quanto riguarda l’abbigliamento: maglie termiche, giacche da neve, guanti e cappelli, visto che le temperature possono scendere precipitosamente intorno ai -25°C, a causa dei rigidi venti siberiani che la investono spesso.

san pietroburgo capodanno
Suggestiva, San Pietroburgo nella notte di Capodanno

Come arrivare a San Pietroburgo

San Pietroburgo è raggiungibile tramite voli di linea delle compagnie aeree Aeroflot, Ita Airways e alcuni voli charter della Neos. E’ servita molto bene anche dalle compagnie come Swiss Airlines e Lufthansa.

L’aeroporto principale della città è quello di Pulkovo che è situato a soli 16 km dal centro.

Come muoversi a San Pietroburgo

Dall’aeroporto Pulkovo al centro ci sono diverse possibilità: il modo più economico e veloce è quello di affidarsi all’efficiente servizio di autobus (numero 39) che vi porterà fino alla stazione Moskovskaya da dove partono le linee della metropolitana dirette in centro.

Il servizio di autobus è attivo 24 ore su 24, quindi anche se il vostro aereo arriverà di notte, non avrete problemi con il tragitto dall’aeroporto verso la vostra sistemazione.

Un’alternativa agli autobus, possono essere i classici taxi o i Marshrutka, taxi collettivi. Se siete interessati ad un tour della Russia, vi consigliamo di noleggiare un’auto presso le maggiori compagnie che troverete in aeroporto.

Per quanto riguarda i trasporti pubblici della città, la metropolitana è veloce, efficace e puntuale. Conta 5 linee diverse indicate in base al colore, che coprono quasi tutta la città.

L’unica pecca della metropolitana è che le stazioni sono molto distanti tra loro: spesso tra una stazione e l’altra c’è oltre un chilometro di distanza. Interessanti gli abbonamenti settimanali che vi permetteranno di evitare l’acquisto giornaliero del biglietto, con relativa coda ai chioschi.

Se invece volete godervi la città in superficie potrete utilizzare gli autobus, anche se il mezzo più utilizzato dai russi è la Marshrutka, una via di mezzo tra un tram e un bus, con un massimo di 12 posti. Un’ulteriore mezzo che potrete scegliere sono i classici taxi che vi consigliamo soprattutto la notte.

Cosa vedere e cosa fare a San Pietroburgo

San Pietroburgo è una tra le città più ricche del mondo, culturalmente parlando, tra musei, chiese e palazzi storici. Il cuore del centro storico è Piazza del Palazzo, da cui parte la famosa Prospettiva Nevsky, una delle strade più famose di San Pietroburgo che vale la pena percorrere.

Sempre in piazza del Palazzo è situato l’Hermitage, sede di più di 3 milioni di opere d’arte, tra cui la Madonna Benois di Leonardo da Vinci. Molto affascinante anche il famoso orologio d’oro con Pavone: attendete i suoi rintocchi.

L’Hermitage si compone di sei edifici, più o meno grandi, tra cui il palazzo d’inverno, voluto da Caterina II.

Nei pressi di Piazza del Palazzo, oltre all’Hermitage, potrete completare la visita del Triangolo d’Oro dirigendovi verso la Cattedrale della Resurrezione di Cristo, luogo dove venne assassinato lo zar Alessandro II: soffermatevi ad ammirare uno dei più grandi mosaici del mondo.

A seguire la Piazza della Arti, sede di teatri e musei tra cui l’interessante Museo Russo.

Affacciata sulla Neva si trova la residenza estiva di Pietro il Grande, il Palazzo d’Estate, quasi immutato dall’epoca zarista, circondato dal bellissimo Giardino D’Estate, dove nelle giornate di bel tempo, ne potrete approfittare per riposarvi e passare un po’ di tempo lontani dal caos cittadino.

Sull’isola delle Lepri si trova la Fortezza di Pietro e Paolo in cui è ospitato il museo di storia di San Pietroburgo e alcune mostre temporanee.

Se la vita culturale di San Pietroburgo vi interessa fino ad un certo punto, potrete spostarvi sull’isola Petrogradskaja, sede della vita modaiola e notturna della città, dove troverete locali di alto livello.

Capodanno a San Pietroburgo
Un bel giro in carrozza nel freddo invernale è un bel modo per scoprire la città

Capodanno a San Pietroburgo

Se avete intenzione di trascorrere un capodanno all’insegna del divertimento, San Pietroburgo è il luogo che fa per voi. I russi amano festeggiare in grande, anche se viste le rigide temperature, amano farlo in casa e in famiglia.

La maggior parte dei locali del centro organizzano il cenone di fine anno con musica dal vivo, danze e spettacoli per intrattenervi fino allo scoccare della mezzanotte.

In centro, proprio nella zona della Piazza del Palazzo, troverete locali di ogni genere, dai più semplici dove potrete festeggiare insieme ai caotici russi e anche locali di alto livello dove è richiesto il dress code (smoking per gli uomini e vestito per le donne).

La scelta di Piazza del Palazzo per il cenone vi permetterà di limitare gli spostamenti nel caso in cui vorrete attendere la mezzanotte sotto il Palazzo d’Inverno dove viene allestito un grande palco con musica, danze e spettacoli. Allo scoccare delle mezzanotte il cielo verrà investito da centinaia di fuochi d’artificio e il presidente russo terrà il suo classico discorso di augurio per il nuovo anno. Molto suggestivi sono i rintocchi delle campane della Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato, della Fortezza dei SS. Pietro e Paolo e della Cattedrale di Isacco.

Altrettanto incantevole è aspettare la mezzanotte su uno dei ponti sulla Neva o nella più caotica Prospettiva Nevsky.

Infine, sappiate che la tradizione vuole che si brindi con lo spumante sovietico: si racconta che esaudisca molti desideri per l’anno che verrà. Non vi scordate di acquistarne una bottiglia!

guest

4 Commenti
Più recenti
Più vecchi
Inline Feedback
Vedi tutti i Commenti
ROBERTO
ROBERTO
6 anni fa

Siamo una coppia di 55enni, arriveremo in città nel pomeriggio del 31 DIC. Il nostro hotel dispone di due sale ristorante e sappiamo che organizzerà il cenone. Non abbiamo ancora fatto una prenotazione perchè ci piacerebbe sapere se ci sono altre proposte imperdibili in città così da poterne valutare altre e prendere poi una decisione. Quindi la nostra domanda che vi rivolgiamo è se siete a conoscenza di qualche locale da suggerirci. Grazie.
Roberto e Tiziana

LaCasadiBury
LaCasadiBury
13 anni fa

Un bell’articolo sulla meravigliosa città di San Pietroburgo nel periodo di Capodanno.

Sicuramente fredda, ma al tempo stesso romantica immersa nella neve, e splendidamente illuminata dagli addobbi natalizi. Il capodanno 2011 a San Pietroburgo sarà sicuramente una scelta azzeccata.

Lo staff de “La Casa di Bury”