Capodanno a Castellammare del Golfo

Capodanno a Castellammare del Golfo
Castellammare del Golfo vista dall'alto con il suo bellissimo golfo su cui si affaccia il castello.

Incastonata nel golfo siciliano alle cui estremità sorgono San Vito Lo Capo e Capo Rama, Castellammare del Golfo è una graziosa cittadina che sorge ai piedi del Monte Inici. Dominata dal Castello Arabo Normanno diventatone anche il simbolo, la cittadina vive prevalentemente di turismo, pesca e viticoltura.

Certamente più affollata d’estate grazie alle sue spiagge e alla vicinanza alle aree turistiche della Riserva Naturale dello Zingaro e di Scopello, in inverno Castellammare del Golfo si presenta in tutta la sua bellezza, tra architetture religiose, antiche tradizioni e un interessante panorama enogastronomico.

Capodanno a Castellammare del Golfo: info utili

Com’è il clima?

Il clima siciliano è certamente uno dei punti di forza di chi decide di trascorrere il capodanno a Castellammare del Golfo: grazie all’azione del mare e alla sua posizione geografica in cui la cittadina trova riparo all’interno del golfo omonimo, anche in pieno inverno sarà possibile godere di giornate piacevoli, miti e spesso soleggiate. Pensate che anche nelle giornate più fredde difficilmente la temperatura scende sotto i 10°C.

Capodanno a Castellammare del Golfo
Castellammare del Golfo vista dall’alto con il suo bellissimo golfo su cui si affaccia il castello.

Dove si trova e come raggiungerla

Castellammare si trova a metà strada tra Trapani e Palermo e, rivolta a nord, si affaccia sul Mar Tirreno. Per raggiungerla è possibile arrivare in auto percorrendo l’autostrada A29 Palermo – Mazara del Vallo e imboccando l’uscita Castellammare del Golfo si arriva a destinazione. Volendo è possibile percorrere anche la Strada Statale 187 che corre lungo la costa e che collega Palermo a Castellammare.

Per quanto riguarda gli altri mezzi, è molto comodo l’aereo: potrete sfruttare i numerosi voli low cost che collegano quotidianamente Palermo ai maggiori aeroporti italiani. In alternativa sono molto frequenti collegamenti via mare: ad esempio GNV, Grandi Navi Veloci, collega i porti di Livorno, Genova, Napoli e Civitavecchia con Palermo. Numerosi anche i collegamenti con le linee di autobus in partenza dalla maggiori città siciliane.

Dove dormire

Grazie alla sua forte vocazione turistica le strutture ricettive abbondano: dagli accoglienti hotel di diverso livello, ai graziosi bed & breakfast con vista sul golfo e sul castello, fino alle soluzioni più economiche come un comodo appartamento o un campeggio. Proprio grazie all’offerta così ampia, i prezzi sono alquanto contenuti anche nel periodo di alta stagione come il capodanno. Ecco alcune interessanti proposte per pernottare a capodanno a Castellammare del Golfo.

In ottima posizione a due passi da Largo Petrolo e quindi dal mare si trova il B&B Nelle Antiche Mura che offre sistemazioni ampie e spaziose dotate di cucina indipendente, bagno privato e pavimenti in parquet. Adatto sia alle coppie che cercano una sistemazione in centro che alle famiglie.

Fronte mare sorge l’Hotel Al Madarig, un tre stelle che offre camere arredate in maniera semplice, ma luminose e accoglienti. La colazione è inclusa nel prezzo e l’hotel mette anche a disposizione delle comode navette aeroportuali.

Leggermente fuori città, nei pressi della statale 731, si trova il grazioso B&B Casa Azul che accoglie i propri ospiti in una tipica residenza mediterranea dotata di piscina con camere ben arredate e caratterizzate ognuna da colori forti.

Cosa vedere e cosa fare a Castellammare del Golfo

Seppur piccola e un po’ all’ombra delle grandi attrazioni siciliane della costa come San Vito Lo Capo, Trapani e Palermo, Castellammare del Golfo è senz’altro una destinazione da non perdere. Rimandandovi ai nostri articoli sul capodanno a Trapani e sul capodanno a Palermo per approfondimenti sui dintorni, ecco le cose migliori da vedere durante la vostra permanenza.

Castello Arabo Normanno

Chiamato anche Castello a mare a causa del fatto che prima veniva lambito dalle acque del mare, è senz’altro la maggior attrazione della cittadina siciliana.La sua origine viene fatta risalire al IX secolo per mano degli arabi che lo costruirono al posto di una fortezza bizantina. Pur essendo passato di mano in mano nel corso dei secoli, conserva tutt’oggi la sua mole imponente e austera. All’interno ospita un importante polo museale.

Edifici e architetture religiose

I numerosi edifici religiosi di Castellammare sono legati a riti e leggende di apparizioni e miracoli: la più famosa in tal senso è la Chiesa della Madonna della Scala, situata vicino al porto e distante circa 20 minuti a piedi dal centro storico. In stile barocco si presenta, invece, la Chiesa Madre sistemata in centro città.

Le spiagge

Certamente sono le spiagge, le maggiori attrazioni estive di Castellammare: magari non ne potrete godere in pieno inverno, ma potrete comunque approfittarne per fare una passeggiata sulla sabbia soffice godendo della vista del mare invernale.

Dal centro di Castellammare a Scopello, sulla costa occidentale del golfo, è tutto un susseguirsi di spiagge e insenature: a due passi da Castellammare si trova la lunga spiaggia chiamata semplicemente Playa, mentre la spiaggia cittadina è quella di Cala Marina. Proseguendo verso nord, in direzione Scopello, alcune spiagge lasciano lo spazio ai ciottoli e ai sassetti: con queste caratteristiche si trova la spiaggia della Baia Guidaloca e quelle di Cala Azzurra e di Cala Mazzo di Sciacca. Infine, appena superato Scopello si arriva alla Riserva Naturale dello Zingaro.

Monti Inici

Chi avesse voglia di dedicare una giornata alla natura e di spingersi fino ai Monti Inici che sovrastano il paesaggio di Castellammare, potrà raggiungere sia le grotte (Abisso dei Cocci) che il castello omonimo: per chi non lo sapesse si tratta del più antico castello della Sicilia e anche se ormai si tratta poco più di un rudere conserva ancora un forte fascino, soprattutto durante l’alba e il tramonto.

31 dicembre a Castellammare del Golfo

Per quanto riguarda il capodanno, vi consigliamo innanzitutto di dare la precedenza al cenone del 31 dicembre: feste e festività in Sicilia sono molto sentite e qual è uno dei modi migliori per festeggiare se non seduti a tavola a mangiare e parlare insieme? Inoltre sarà certamente una buona occasione per assaggiare i gustosi piatti della tradizione culinaria a prezzi più che modici. Tra le specialità di Castellammare non dimenticate di provare il pane cunzatu, un pane farcito con pomodorini e altre specialità, i tagghiarini, un piatto di fave secche e le cassatelle, dolci di pasta frolla ripieni di ricotta di pecora.

Dopo il cenone potrete spostarvi in pieno centro dove in occasione delle festività viene allestito un palco tra Corso Bernardo Mattarella e Corso Garibaldi dove, a partire dalle ore 21:00 si esibiranno, alternandosi, delle band locali. Chi volesse continuare e festeggiare dopo la mezzanotte potrà spostarsi in uno dei tanti locali del centro, tra bar, pub e cafè. Molto interessante la proposta della Compagnia dei Cammini: si tratta di un trekking di 7 giorni che attraversa la costa siciliana da Erice fino a Castellammare del Golfo, attraverso la Riserva Naturale dello Zingaro.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)