Restrizioni e DPCM di Capodanno 2022 (e Natale)

Capodanno: restrizioni e DPCM
Capodanno 2022: ecco cosa si potrà fare e NON si potrà fare il 31 dicembre

Quest’anno sarà più facile fare programmi a Natale e a Capodanno. Finalmente sarà possibile festeggiare e trascorrere il capodanno insieme ad amici e parenti. Niente DPCM quest’anno: solo un Green Pass nel taschino (meglio se “rafforzato”) e diverse accortezze da seguire per trascorrere il 31 dicembre in sicurezza e, quindi, in tranquillità.

Il governo, infatti, ha lavorato per salvare le feste natalizie e per evitare le chiusure delle attività come lo scorso anno: si tratta, quindi, di provvedimenti “soft”, utili non solo per salvare lo shopping natalizio, ma anche per dare la possibilità alle persone di ritrovarsi in occasione delle feste di Natale e di Capodanno. Quindi, cosa si potrà fare a capodanno?

Vediamo in dettaglio le regolamentazioni per i festeggiamenti del prossimo capodanno 2022.

Capodanno e Green Pass (rafforzato?)

La prima differenza sostanziale sta nel green pass, quindi tra chi è vaccinato e chi non lo è. Chi ha già concluso il ciclo di vaccinazioni avrà di diritto al green pass rafforzato che sarà utile per poter accedere a tanti luoghi pubblici.

Qualche esempio? Con il green pass rafforzato sarà possibile assistere a spettacoli, eventi sportivi, ma anche andare alle feste e in discoteca, oltre, ovviamente a bar e ristoranti al chiuso. Chi, al contrario, non è vaccinato e quindi non ha diritto al green pass rafforzato, non potrà andare al ristorante per tutto il periodo delle feste, fino al 15 gennaio. Potrà, però, cenare in tavoli all’aperto.

Capodanno: restrizioni e DPCM
Capodanno 2022: ecco cosa si potrà fare e NON si potrà fare il 31 dicembre

L’unica incognita sono le zone: nel caso l’incidenza dei casi dovesse peggiorare e la regione dovesse andare in zona rossa, allora anche il green pass rafforzato avrà poco valore. Le attività, infatti, saranno tutte chiuse. Ma noi speriamo di arrivare a festeggiare il capodanno e di superarlo senza fare un nuovo lockdown. Ecco, quindi, un breve schema di ciò che si può fare con il green pass rafforzato nelle varie zone:

  • Zona bianca: green pass per hotel, spogliatoi e trasporti. Il green pass rafforzato serve per ristoranti, bar, discoteche, locali, cerimonie pubbliche, eventi sportivi, spettacoli.
  • Zona gialla: dal punto di vista del green pass non cambia niente, ma torna la mascherina all’aperto.
  • Zona arancione: solo chi possiede il super green pass potrà accedere a tutte le attività
  • Zona rossa: tutte le attività sono chiuse, divieto di spostamenti, scuole chiuse. Consentito solo l’asporto.

A prescindere dai numeri dei contagi, per evitare una nuova impennata, alcuni Comuni hanno deciso di mettere in atto delle regole proprie, soprattutto in vista dello shopping natalizio e dei festeggiamenti di capodanno. Ad esempio, in alcune città, anche in zona bianca sarà obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto nel caso si transiti in vie commerciali molto affollate.

Restrizioni Capodanno 2022: cosa si potrà fare?

Fino a qualche settimana fa, sembrava proprio che il governo stesse pensando a degli allentamenti che avrebbero permesso ai cittadini di trascorrere insieme le festività natalizie e festeggiare insieme il capodanno.

Ma visto che c’è ancora il timore di una nuova ondata di contagi, il governo ha deciso di non allentare le misure di sicurezza. O almeno, ha deciso di farlo solo per le persone che non sono vaccinate.

Certamente l’obiettivo principale rimane quello di limitare il più possibile forme di contatto e assembramenti che potrebbero portare ad un’eventuale nuovo aumento dei contagi.

Senza scoraggiarsi troppo, cerchiamo di capire quali sono le concessioni dettate dal governo in occasione dei festeggiamenti del prossimo capodanno.

Cenoni e ristoranti

Aperti bar e ristoranti a cui possono accedere tutti coloro che hanno il super green pass: niente limiti di orario, soltanto tavoli distanziati come sempre e la massima tracciabilità degli ospiti. Alcuni ristoranti non accettano il doppio turno e per quanto riguarda i veglioni nella maggior parte dei casi, non ci sarà un ingresso aperto per il solo dopo cena: questo per evitare di creare ulteriori contatti.

Quest’anno sarà anche possibile partecipare ai cenoni negli hotel e avere la possibilità di fermarsi a dormire. Tornano, infatti, i pacchetti tutto compreso, festa e pernottamento che tanto piacciono ai giovani che desiderano stare insieme fino alle prime luci dell’alba.

E per i cenoni a casa? Se lo scorso anno si guardava anche al numero massimo dei commensali, quest’anno non c’è alcuna restrizione in proposito.

Eventi in piazza

A differenza dello scorso anno, quando sono stati vietati gli eventi e i concerti in piazza anche in vista di un coprifuoco fissato alle 22:00, quest’anno si potrà festeggiare in moltissime città italiane. Anche se con qualche restrizione.

Ad esempio a Roma verrà organizzato il mega concerto in piazza, ma con accessi limitati e posti a sedere numerati. Lo stesso per il tradizionale concerto in piazza del Plebiscito e anche nelle piazze da dove verrà trasmesso il concerto per le reti Rai e Mediaset. Stiamo parlando di Terni e di Bari: niente assembramenti, ma solo posti a sedere e accessi limitati.

Alcuni comuni l’hanno interpretata in maniera del tutto diversa: ad esempio, quest’anno a Torino sono ancora vietati i festeggiamenti in piazza.

Si potrà sciare?

Dopo un intero anno di stop, finalmente si potrà sciare: gli impianti sciistici sono aperti ovunque e pronti per accogliere gli sciatori per tutto il periodo festivo tra Natale e Capodanno e fino a fine stagione.

Chi potrà accedere agli impianti? In zona bianca e gialla possono fare lo skipass tutti coloro che hanno il green pass (quindi anche con un tampone), mentre in zona arancione serve il green pass rafforzato.

Viaggi di capodanno all’estero

Anche se restano aperti i corridoi turistici per poter viaggiare verso alcune località esotiche come le Seychelles, le Mauritius e alcune zone dell’Egitto e dei Caraibi, prima di partire è sempre bene controllare le eventuali nuove restrizioni del Paese dove si intende viaggiare.

Le regole, infatti cambiano sempre molto velocemente: fortunatamente il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina è sempre costantemente aggiornato. Da non dimenticare che per qualsiasi viaggio all’estero è necessario compilare il Passenger Locator Form, una sorta di tracciabilità online dei propri spostamenti.

Spostamenti

Quest’anno nessuna restrizione agli spostamenti e neanche nessuna regola che riguardi il coprifuoco. Almeno che non si arrivi in zona rossa.

Per altre info e suggerimenti sul capodanno 2022, consultate pure il nostro approfondimento aggiornato con la lista esatta di cosa si può fare e non fare.

2 commenti

PER FARE UNA DOMANDA O CHIEDERE UN CONSIGLIO SUL CAPODANNO, SCRIVI IN FONDO ALLA PAGINA, O RISPONDI AGLI ALTRI MESSAGGI
  1. Avatar
    Gino

    Abito in regione gialla. Il 31 dicembre mi reco in un appartamento preso in affitto per due notti sempre nella mia regione ma in altro comune. Come da regolamenti gli spostamenti del 31 dicembre (viaggio di andata) e del 2 gennaio (viaggio di ritorno a casa) nella stessa regione sono possibili. Il mio dubbio è se il primo di gennaio posso passeggiare come turista in quel comune.

    • Marco - Capodannissimo
      Marco - Capodannissimo

      E’ un dubbio legittimo che a mio giudizio non è stato chiarito a pieno neanche nelle recenti FAQ pubblicate dal ministero. Se andiamo a dedurre, parrebbe che questo sia possibile, ma effettivamente non è espressamente autorizzato.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)