Festeggiare il Capodanno per primi, in Nuova Zelanda

Capodanno in Nuova Zelanda
Capodanno in Nuova Zelanda: i fuochi illuminano la baia di Auckland

Se è vera la regola che il viaggio, più è lontano, e più va prenotato in anticipo, allora siete già in ritardo se volete festeggiare il Capodanno per primi nel Mondo perché la vostra destinazione sarà la Nuova Zelanda, una meta turistica affascinante posta esattamente agli antipodi dell’Italia, che nel periodo del capodanno è in piena estate e quindi nel periodo ottimale per un viaggio.
Il suo fuso orario di 12 ore avanti rispetto all’Italia ne fa una delle prime Nazioni a festeggiare il cambio della data e del nuovo anno, seconda soltanto ad alcune isole del Pacifico.

Ma non è di certo soltanto lo sfizio di essere i primi a stappare lo spumante che vi porterà così lontano da casa: la Nuova Zelanda è infatti una meta turistica di prim’ordine, così ricca com’è di bellezze naturali e di tradizioni che ben convivono con la modernità di città come Wellington, la capitale, e soprattutto Auckland, la più grande nonché quella che vanta la posizione più suggestiva, che il Mondo conosce per essere stata sede di alcune delle migliori edizioni della regata velica di Coppa America.

Nuova Zelanda: come organizzare il viaggio

Com’è il clima a dicembre?

I mesi che vanno da dicembre a febbraio sono i migliori per visitare la Nuova Zelanda, in quanto trovandosi nell’Emisfero Boreale, le stagioni sono opposte alle nostre. Troverete, infatti, un clima mite e piacevole con temperature che si aggirano intorno ai 20°C – 25°C.

Il clima cambia molto anche a seconda delle zone che visiterete: il nord della Nuova Zelanda è molto più caldo rispetto al sud. Ad esempio ad Auckland a dicembre troverete temperature intorno ai 28°C, mentre a Queenstown non superano i 20°C.

Capodanno in Nuova Zelanda
Capodanno in Nuova Zelanda: i fuochi illuminano la baia di Auckland

Come arrivare in Nuova Zelanda

La durata del viaggio in aereo può essere estenuante, mettete in conto da 24 a 36 ore compreso uno scalo e la relativa attesa in qualche aeroporto arabo o asiatico, ed un notevole scombussolamento dovuto al fuso orario: questo ci porta a consigliarvi di programmare questo viaggio della durata non inferiore alle 2 settimane.

Per quanto riguarda le compagnie potrete utilizzare le ottime compagnie mediorientali come Emirates o Qatar Airways che offrono spesso sconti e buone tariffe. Altrimenti fate conto sulla Qantas, la compagnia di bandiera australiana, o la Cathay Pacific, una delle migliori al mondo.

Il costo del volo è ovviamente non trascurabile: è per questo che vi consigliamo di prenotare con largo anticipo. Per il resto del soggiorno non spenderete poi moltissimo, ma dovrete mettere in conto voli interni, ingressi a pagamento in zone protette, tour in fuoristrada e molto altro.

Dove dormire in Nuova Zelanda

Tutto dipende da che tour intenderete fare, ma sappiate che avrete l’opportunità di soggiornare in strutture estremamente particolari, realizzate da architetti che hanno sfruttato l’ambiente circostante per integrare hotel e resort in perfetta armonia con la natura. Hotel in riva al mare, incastonati tra alte montagne, persi in lande che sembrano desolate: le esperienze non mancano di certo.

Altrimenti, nelle grandi città come Queenstown, Wellington e Auckland troverete tante strutture più tradizionali: dai motel ai resort, potrete scegliere la struttura anche in base al vostro budget. In effetti, visto che sul volo sarà difficile risparmiare, potrete cercare di farlo con la sistemazione.

Capodanno in Nuova Zelanda: eventi, feste e idee

Festeggiamenti in strada

I festeggiamenti più importanti avvengono nelle tre grandi città: nel resto del Paese troverete festeggiamenti più casalinghi, forse anche più genuini, ma certamente più sottotono delle città più grandi. Il top del divertimento è a Auckland: in pieno centro, come ogni anno viene organizzato il Britomart Block Party, il più grande festival di capodanno a cielo aperto, tra musica, dj e tanto altro ancora. In alcune strade sarà anche possibile assistere ad una festa con tanto di tipica danza Maori.

Se, invece, siete alla ricerca di specialità gastronomiche potrete dirigervi verso Elliot Street, un mercato notturno con bancarelle e venditori di cibo che, in occasione del 31 dicembre, rimarrà aperto dalle 16:00 fino alle 1:00 di notte.

L’importante, però, è che prima della mezzanotte vi dirigiate verso la Sky Tower: sarebbe meglio riuscire a trovare un locale posto ad un piano alto, in modo da poter godere al massimo delle luci laser che si muoveranno in combinazione con quelle dell’Harbour Bridge. A seguire, allo scoccare della mezzanotte, potrete assistere al grande spettacolo di fuochi d’artificio.

Eventi in locali e discoteche

Se, invece, vi piace trascorrere il 31 dicembre in un’ambiente più chic e alla moda, cercate uno dei tanti party organizzati nei locali e nelle discoteche. I prezzi sono sempre abbastanza alti (non meno di 150,00 € a persona), ma potrete godere di ottimo cibo, musica fino a tarda notte e una piacevole compagnia.

Qualche esempio? Cercate il Park Hyatt, il ristorante Ahi, o il locale The Groove a Auckland, mentre se siete a Wellington dirigetevi verso St John’s Bar and Eatery e The Johnsonville Club.

Le cose da fare in Nuova Zelanda per capodanno

Visitare le grandi città

Vi consigliamo di dedicare 2 giorni ciascuna alla visita delle due principali città. Non perdetevi attrazioni come la Sky Tower di Auckland, alta ben 328 metri, che garantisce un panorama mozzafiato sulla città e il mare aperto. Spostatevi poi sulla centrale Queen Street per fare shopping, mentre se volete rilassarvi vi aspetta l’Auckland Domain, il parco più antico della città, che sorge intorno a un vulcano spento e ospita un giardino d’inverno.

Wellington è certamente più calma e rilassata di Auckland: poche sono le attrattive della città, tra cui la famosa funicolare rossa che conduce fino ai Wellington Botanic Gardens o il museo Te Papa Tongarewa, il più importante del Paese.

Immergersi nella natura

Fatto questo, per dire di aver conosciuto veramente la Nuova Zelanda, dovete assolutamente trascorrere il restante tempo immersi nella natura, e qui non c’è che l’imbarazzo della scelta: l’Isola del Sud, ad esempio, meno urbanizzata, racchiude veri tesori naturali, facili da visitare grazie all’ottima organizzazione di tour e guide in loco. Potete fare base a ChristChurch, la seconda città più grande, famosa per la bella cattedrale.

Altro centro di riferimento è Queenstown, patria degli sport estremi che si praticano sui bellissimi monti circostanti e soprattutto, sul lago Wakatipu sul quale si affaccia e che merita ovviamente una visita.

Capodanno Nuova Zelanda
In Nuova Zelanda avrete anche l’opportunità di avvicinarvi alla cultura Maori

Assaggiare le specialità locali

Ultimamente ci piace prendervi un po’ per la gola e segnalarvi anche qualche specialità della cucina locale. Bene concludiamo dicendovi che in Nuova Zelanda troverete ogni sorta di cibo americano, ma a differenza dell’Australia, qui rimangono anche molte tradizioni locali, che prevedono ottime portate di carne cucinata in forni sotto terra.

Manzo, maiale, agnello, non possono che essere ai massimi livelli visti gli allevamenti bradi, ma anche la cottura e gli abbinamenti vi sorprenderanno: che ne dite ad esempio delle costine con salsa di menta? Onnipresenti poi le patate dolci, forse il vero marchio della cucina Neozelandese. Vini molto interessanti.

Contatti e informazioni utili

Se siete stanchi di viaggiare in compagnia delle pur ottime Lonely Planet e per questo viaggio importante volete una guida in carne ed ossa, in Nuova Zelanda avrete una buona scelta, anche di nostri connazionali. Noi vi segnaliamo NZViaggi, un tour operator Italiano specializzato in pacchetti turistici per la Nuova Zelanda, dove troverete anche moltissime dritte, itinerari e aiuti per chi si organizza “fai da te”.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.