Capodanno in Val d’Ossola

Capodanno Val d'Ossola
La località sciistica di Macugnaga, ai piedi del Monte Rosa

La meta di oggi ci porta in una delle zone, a torto, meno frequentate dai turisti Italiani in inverno, che troppo spesso a capodanno preferiscono mete turistiche più conosciute e magari “di moda”.

Stiamo parlando della Val d’Ossola, nel nord Italia, nella zona del Lago Maggiore che è molto frequentata, per il suo paesaggio suggestivo, verde, fresco e storico, grazie anche alle Isole Borromee e alle diverse location lungo lago, prevalentemente tra i mesi di aprile e settembre, ma che invece può offrire molto anche in dicembre e gennaio, mesi suggestivi e durante i quali si possono avere anche ottimi prezzi per il soggiorno!

Soprattutto durante il periodo di capodanno, tra feste nei rifugi e nei borghi storici: ogni momento sarà un’ottima occasione per festeggiare.

Capodanno in Val d’Ossola: informazioni utili

Dove si trova e come arrivare in Val d’Ossola

Parlando di Lago Maggiore, salta in mente subito il nome di Stresa che, cittadina storicamente nota e indubbiamente affascinante, che non è che una delle tante località interessanti che questa zona può offrire.

Spostandosi qualche chilometro più a nord esistono infatti delle Valli davvero stupende, ricche di cultura, chiese romaniche, scorci, borghi medievali, ristoranti tipici e alberghi accoglienti. Tra queste, la Val d’Ossola propone una vasta e varia possibilità di soggiorni e non si può non consigliare la città maggiormente di riferimento, Domodossola vicino, peraltro, agli impianti sciistici di San Domenico e Varzo.

Domodossola, con Piazza Mercato e tutto il suo centro storico, presa d’assalto anche dai turisti Svizzeri ogni sabato, si trova nel cuore delle Valli.

Capodanno Val d'Ossola
La località sciistica di Macugnaga, ai piedi del Monte Rosa

Dove dormire in Val d’Ossola

Essendo una zona vocata al turismo, dormire in Val d’Ossola equivale ad avere un’ampia scelta di strutture ricettive, tra hotel, b&b, ma anche agriturismi e rifugi. Vediamo in dettaglio alcune strutture che ci sono particolarmente piaciute per trascorrere il periodo di capodanno alla scoperta della Val d’Ossola.

A Masera, tra la località di Crevoladossola e Domodossola, c’è un grazioso agriturismo, il Moon Light, che offre camere semplici, ma ampie e confortevoli. Dalle camere si può godere di una piacevole vista sui bellissimi monti circostanti.

Il B&B Il Picchio si trova a Mergozzo, località situata a soli 5 Km dal Lago Maggiore. Offre due camere a disposizione degli ospiti, tutte ristrutturate da poco e con accesso indipendente. Nelle belle giornate se ne può approfittare per fare la colazione all’esterno.

L’Albergo Locanda del Tiglio si trova a Calasca, in Valle Anzasca, a pochi minuti dalla stazione sciistica di Macugnaga. L’albergo offre camere semplici e confortevoli con una bellissima vista sui monti circostanti.

Capodanno in Val d’Ossola: eventi e festeggiamenti

Trascorrere il capodanno in Val d’Ossola significa staccare completamente la spina e immergersi tra paesaggi e borghi unici e spesso lontani dal tempo. E’ una buona occasione per trascorrere qualche giorno di relax, tra i monti innevati le zone lungolago.

Presepi sull’Acqua

Un’esperienza da non perdere è senz’altro quella dei Presepi sull’Acqua di Crodo, piccolo paesino situato ai piedi dell’Alpe Aleccio: ogni anno vengono allestiti più di cinquanta presepi su antiche fontane di pietra e piccoli fiumiciattoli che fanno da sfondo naturale a queste sistemazioni.

Il percorso è visitabile tutti i giorni dal 4 dicembre al 9 gennaio, in pieno periodo natalizio. Il momento migliore è certamente alla sera quando le luci creano una suggestione ancora più forte. Durante questo periodo, i ristoranti del paesino e dei dintorni, offrono dei menù a tema preparati con prodotti a Km 0.

Feste nei rifugi

Festeggiare il capodanno in Val d’Ossola può significare anche trascorrere qualche giorno in uno dei tanti rifugi in quota: a differenza dei più modaioli di altre valli alpine dove si fa baldoria fino a notte inoltrata, la maggior parte dei rifugi in zona propone programmi tranquilli alla scoperta del territorio, delle sue bellezze e delle sue specialità.

Le località consigliate per cercare un rifugio dove trascorrere il capodanno sono la Valle Anzasca, la Valle Antrona, la Valle Bognanco e Valle Divedro. Assolutamente da citare l’evento di capodanno che ogni anno viene riproposto con successo al Rifugio Pietro Crosta: cene, ciaspolate e festeggiamenti in quota.

Cosa fare in Val d’Ossola a capodanno

Comprensorio sciistico

Nella provincia di Verbano Cusio Ossola, sorge il comprensorio sciistico di Macugnaga, ai piedi del Monte Rosa. Le località dove sciare sono due, il Belvedere e il Monte Moro, tra i 1.400 metri e i 1.932 metri di quota. Le piste sono prevalentemente blu, adatte anche ai principianti. Il Monte Moro ha impianti di risalita che arrivano anche a 2.900 metri: qui si trovano due belle piste rosse e alcune zone per lo snowboard.

Tra le frazioni di Pecetto e Isella ci sono anche delle interessanti piste di fondo. Durante la vostra permanenza potrete partecipare anche ad interessanti escursioni con le ciaspole, escursioni in motoslitta e voli in parapendio.

Centri termali

Oltre che sci e attività sportive, la Val d’Ossola è anche relax e benessere: i due poli termali sono quelli di Bognanco e Premia, mentre tra i centri benessere più moderni ricordiamo Òniro, con piscine calde e getti idromassaggio per il relax e il piacere. Le Terme di Premia sono uno dei punti di riferimento della valle, con una sorgente a 44°C e zone specializzate sia per il benessere che per le cure mediche specialistiche.

Borghi storici

In Val d’Ossola ci sono alcuni dei borghi storici più belli d’Italia: vale la pena ricordare la cittadina di Domodossola, con le sue chiese, il suo sacro monte e i suoi musei e il borgo di Vogogna con il suo bellissimo castello.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.