Home » Capodanno in Europa » Capodanno nell'Est e Centro Europa » Capodanno alle terme di Budapest

Capodanno alle terme di Budapest

Capodanno alle terme di Budapest
I bagni Szechenjy sono l'emblema delle terme di Budapest.



Buda e Pest, due anime in un’unica città. Una più calma e romantica, l’altra più caotica e vivace. Perfetta per le coppie, adatta ai giovani, meno consigliata per le famiglie, a capodanno Budapest offre un vasto panorama di iniziative ed eventi, a partire dalle feste in piazza e dai concerti di musica.

L’unico neo è il freddo intenso, ma un modo per ovviare a questo inconveniente c’è: partecipare ad un pool party alle terme. La capitale ungherese, infatti, è rinomata per i suoi centri termali, non solo luoghi di ritrovo per gli ungheresi e ma ormai dei veri e propri simboli della città e punti di riferimento dove vengono organizzati delle interminabili feste per dare il benvenuto al nuovo anno. Allora vediamo qualche idea su come trascorrere il capodanno a Budapest concentrandoci sul capodanno alle terme.

Il Capodanno a Budapest

Saltiamo a piè pari l’argomento sul capodanno alle terme, di cui parleremo tra poco nel prossimo paragrafo. Se cercate qualcosa di romantico prenotate un tavolo su uno dei tanti battelli che organizzano la crociera di capodanno sul Danubio, con cenone compreso. L’orario di partenza è al calar della sera: durante la cena gli ospiti saranno deliziati con uno spettacolo di musica dal vivo. La nota piacevole della crociera è che allo scoccare della mezzanotte, i battelli si sistemeranno in posizione strategica in modo che gli ospiti possano avere una delle visuali migliori sullo spettacolo dei fuochi d’artificio che vengono sparati dalle rive del Danubio.

Chi, invece, volesse fare un bagno di folla potrà recarsi in una delle tre piazze centrali di Budapest: Piazza Vorosmarty, Piazza Oktogon e Piazza Eiffel. La più vivace è senz’altro Piazza Vorosmarty che da metà serata in poi, diventa quasi del tutto irraggiungibile. Il nostro consiglio, infatti, è quello di arrivare quanto prima nella piazza e fermarsi a mangiare qualcosa di caldo nelle casette di legno del Mercatino di Natale che vi viene allestito ogni anno. Tra musica e danze, allo scoccare della mezzanotte non avvicinatevi troppo alla statua che sarà presa d’assalto dal lancio delle bottiglie vuote, esattamente come vuole la tradizione. Fortunatamente alcune protezioni vengono sistemate per preservarla.

Capodanno alle terme di Budapest
I bagni Szechenjy sono l’emblema delle terme di Budapest.

Piazza Oktogon è leggermente più tranquilla dell’altra: qui vengono organizzati concerti di bande ungheresi, cosa che accade anche in Piazza Eiffel. Unitevi alle tante persone che ballano e cantano senza freni. Per un drink, o anche per trascorrerci tutta la serata, non sono da perdere i locali ricavati dalle antiche rovine dei palazzi abbandonati: la maggior parte di questi pub si trova a Gozsdu Udvar, diventata a pieno titolo il cuore della movida della città. Il ruin-pub più famoso è senz’altro il Szimpla Kert. Allo scoccare della mezzanotte, per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, moltissimi cittadini si radunano per cantare tutti insieme l’inno nazionale.

Le terme di Budapest per capodanno

Come in tante altre città dell’Est Europa, anche a Budapest ci sono molti centri termali, alcuni diventati vere e proprie istituzioni del tempo libero.
Un viaggio a Budapest senza trascorrere almeno un pomeriggio alle terme sarebbe un vero peccato e non solo per la possibilità di rilassarsi, ma soprattutto per i bellissimi ambienti storici e caratteristici nei quali sarete immersi.

Trascorrere il capodanno alle terme a Budapest significa iniziare a festeggiare il 30 dicembre: il pool party di maggior richiamo è quello che si svolge alle terme Szechenyi, i bagni più caratteristici della città. Le piscine esterne, infatti, sono invase dai giovani ungheresi che con un drink sempre in mano ballano e cantano a ritmo di musica, tra una scenografia senza pari e un’affollamento incredibile.

Terme Szechenyi: le più caratteristiche

Sono i bagni storici della città. La tinteggiatura gialla e bianca dell’esterno entra in netto contrasto con il colore caldo del legno degli spogliatoi, anche se, ovviamente, a spiccare sarà l’azzurro intenso delle tre grandi piscine esterne. Lo spettacolo delle piscine all’aperto con il vapore che si alza senza sosta, è davvero incredibile.

Con un unico biglietto potrete accedere a tutte le 21 piscine, la maggior parte delle quali situate all’interno dell’edificio principale: anche solo visitarlo tutto, tra ungheresi che giocano a scacchi immersi in acqua, statue e affreschi, sarà di per sé un piacere.

Per quanto riguarda il party di capodanno, il clou dei festeggiamenti avviene il 30 dicembre: il complesso resta aperto dalle 22:30 alle 3:00 del mattino, tra giochi di luce, musica e drink. Il biglietto d’ingresso costa circa 60,00 € a persona (senza drink), ma ci sono biglietti anche più costosi che includono diverse opzioni in più.

Terme Rudas: un vero spettacolo

Se i bagni Szechenyi sono i più caratteristici della città, le terme Rudas sono tra le più belle.

Il cuore dello stabilimento è la suggestiva vasca centrale risalente al XVI secolo: si tratta di un bagno turco dall’aspetto antico che dà la possibilità di immergersi in un’atmosfera unica nel suo genere. Oltre alla parte storica, la struttura conta altre 11 piscine con acqua a diverse temperature: il tutto in uno stile neoclassico e liberty con arredi e decori del XIX secolo, periodo della ristrutturazione. Estremamente suggestiva la piscina affacciata su Danubio.

I bagni Rudas sono gli unici bagni che effettuano delle aperture prolungate fino a notte fonda: il venerdì e il sabato, infatti, i bagni chiudono addirittura alle 4:00 del mattino. La sera di San Silvestro, i bagni chiuderanno alle 18:00.

Terme Kiraly: per un viaggio a ritroso nel tempo

Se volete fare un viaggio indietro nel tempo, le terme Kiraly sono il luogo ideale. La struttura risale al 1565, anno in cui i turchi costruirono questo edificio all’interno delle mura del castello di Budapest. A metà del 1900, le terme sono state ristrutturate per recuperare quelle aree rimaste danneggiate dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

Adesso i bagni Kiraly si presentano in tutto il loro splendore con le sue 4 piscine dallo stile medievale. Nei giorni normali, i bagni chiudono alle 21:00, mentre la sera del 31 dicembre, l’orario viene ridotto alle 18:00.

Terme Gellert: statue e affreschi Art Nouveau

Tra statue, colori e mosaici, le terme Gellert offrono un’immersione in pieno stile Art Nouveau. L’ambiente è grande, ma non dispersivo: in tutto potrete contare su 12 vasche con temperature diverse che oscillano tra i 26°C e i 40°C.

L’orario di chiusura è fissato per le ore 20:00, mentre il giorno di capodanno i bagni Gellert, esattamente come gli altri chiudono alle 18:00.


Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)